Tatua figlio di 3 anni: ero ubriaco, non ricordo


ATLANTA – Ha tatuato il figlio di 3 anni e si è giustificato dicendo di non ricordare nulla, perché era ubriaco. Il bambino, Matthew Ashley, è stato allontanato dalla famiglia e vive con lo zio, fratello della madre Amy.

Secondo il racconto della donna, un giorno il piccolo le ha detto: “Mamma, ho un tatuaggio. Uno vero”. “Pensavo solo: dimmi che non l’ha fatto” ha rivelato Amy, secondo quanto riporta ilMail Online. Il bimbo ha aggiunto che gli ha fatto “un po’ male”. Sulla spalla del piccolo, gli assistenti sociali hanno trovato due lettere indelebili: DB. La sigla sta per ‘Daddy’s boy’, piccolo di papà. Un pensiero affettuoso che forse, più che scritto sotto la pelle del bimbo, gli andava sussurrato.

Fonte: Leggo

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...