800 tonnellate di pesci morti in un lago


Quello che è successo nella provincia di Batangas, a sud di Manila, nelle Filippine, ha dell'incredibile. Gli abitanti del luogo si sono svegliati e, affacciandosi sul lago Taal, non hanno trovato le acque del bacino, ma un mare di pesci morti: più di 800 tonnellate di animali senza vita.
La causa del fenomeno è un improvviso innalzamento della temperatura delle acque del lago, che si trova alle pendici del vulcano Batangas. Proprio la montagna sarebbe la responsabile della strage di pesci.
Già da aprile, l'istituto filippino di sismologia e vulcanologia ha registrato un aumento dell'attività vulcanica e ha innalzato il livello di allerta, prima molto basso.
A Batangas si inizia a respirare un po' di tensione e paura: gli abitanti pregano che i pesci siano le uniche vittime del risveglio del vulcano.

Fonte: Leggo

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...