Hitler e la scuola nazista per cani parlanti


Cani parlanti come armi da guerra. Sembra la trama di un film, ma a quanto pare è vero: i nazisti avevano pensato anche a questo. Lo sostiene Jan Bondeson, docente all'Università di Cardiff, nel suo libro Amazing Dogs: A Cabinet Of Canine Curiosities («Cani straordinari: il gabinetto delle curiosità canine»). Secondo le ricerche del professore, i nazisti speravano che i cani, da loro considerati di un'intelligenza simile a quella degli esseri umani, potessero comunicare con le SS e partecipare attivamente alle operazioni di guerra.

Che Adolf Hitler stesso amasse i cani è risaputo: uccise Blondi, il suo pastore tedesco preferito, prima di suicidarsi nel suo bunker nel 1945. Ma, a quanto pare, aprì anche a una scuola che insegnasse ai migliori amici dell'uomo a comunicare. La Tiersprechschule Asra («Scuola di lingue per animali») aprì i battenti negli anni Trenta a Leutenburg, vicino a Hannover, e rimase aperta durante la guerra.

Fonte: Yahoo

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...