Rinuncia ai domiciliari perché a casa non può fumare

La notizia curiosa viene da Cerignola (Puglia), dove i carabinieri hanno arrestato Pasquale Dinoia, di 44 anni, con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari.
L'uomo era agli arresti domiciliari e ha chiesto di tornare in carcere perché non riusciva a convivere con la madre che gli vietava di fumare in casa. Si è quindi presentato alla caserma dei militari con una borsa, contenente tutti gli effetti personali e ha chiesto ai militari di essere arrestato poiché non voleva più stare agli arresti domiciliari, costretto a convivere con la propria madre.

600 euro di multa per aver detto scioccarellino ad un bambino

Una signora di Avezzano è stata condannata prima dal giudice di pace e poi dal tribunale di Avezzano a 600 euro di multa per avere offeso il decoro di un bambino chiamandolo scioccarellino (si avete letto bene!).
La sentenza è stata confermata anche dalla Corte di Cassazione. Nel ricorso la signora si era giustificata dicendo che non aveva avuto intenzione di insultarlo e inoltre, il ricorso sottolinea che la stessa parola è inidonea a ledere l’onore e il decoro di qualcuno. La Cassazione, però, è stata di avviso diverso: perché la potenzialità offensiva "deve essere contestualizzata e apprezzata in concreto, in relazione alle modalità del fatto e a tutte le circostanze che lo caratterizzano", tantopiù nel caso di un minore.

Diventa obeso per scommessa: ora la moglie lo rifiuta

La scorsa primavera a Eagle Mountain, Utah, Drew Manning, personal trainer di 30 anni, aveva una forma fisica invidiabile: 1,87 metri di altezza e 87,5 chilogrammi di muscoli e addominali perfetti. Poi, però, è arrivata l'idea dell'esperimento di dimostrare al mondo che chiunque può rimettersi in forma anche quando sembra impossibile e, per rafforzare la sua tesi, l'uomo ha deciso di essere la prima "cavia" a dimostrarlo. Così ha iniziato una dieta fatta di hamburger, pancakes e wurstel, raggiungendo in sole ventitre settimane il peso di 120 chilogrammi per un metro e venti di circonferenza del girovita.

Giovane rapina e violenta un distributore automatico

La polizia federale della Florida ha proceduto all'arresto di un giovane, Michael Aguiar di 20 anni, con l'accusa di molestato, danneggiato, rotto e infine aperto un distributore automatico presso una lavanderia a gettoni.
La parte del "molestato" si sostanzia nell'accusa incredibile di svervi inserito alcune parti del corpo. La polizia nel verbale non specifica quali parti l'uomo abbia inserito, ma sembra che si stia parlando proprio delle parti basse.
La rapina, che ha fruttato la bellezza di 10 dollari, è stato inizialmente negato con forza dal ragazzo, che però non ha potuto fare altro che confessare quando la polizia gli ha mostrato il filmato delle telecamere di sorveglianza che hanno ripreso la sua performance.

Ingoia salviette profumate per ingannare l'etilometro

Ha ingurgitato una scatola intera di salviette profumate con l'obiettivo di fregare l'etilometro e non essere multato. Invece i Carabinieri hanno scoperto il trucco e gli hanno ritirato la patente e sequestrato l'auto, una potente macchina sportiva.
Protagonista di questa notizia folle un operaio di 28 anni di Alba, al quale la patente era già stata ritirata una volta, sempre per guida in stato di ebbrezza. Dopo aver bevuto un po' troppo, il genio si è messo alla guida della sua auto ed è incappato in un posto di blocco dei Carabinieri. In quel momento, invece di fermarsi, ha accelerato per allontanarsi e avere qualche minuto per svuotare in bocca la confezione di salviette nella speranza che il profumo coprisse l'alcol.

Arriva in Giappone la moto ad escrementi

Il suo passaggio non passa chiaramente inosservato (non fosse altro per la sua forma curiosa!) ed è la nuova invenzione strana made in Japan.
I giapponesi, infatti, hanno inventato una moto alimentata da escrementi. I rifiuti organici sono trasformati in biocarburante. Ovviamente il sedile è stato adattato alle esigenze: un comodo wc con cui poter eventualmente contribuire.

Ruba un Rolex finto e lo restituisce

Curiosa storia capitata ad un operaio di Treviglio, vicino Bergamo, che è stato scippato di un finto Rolex. Il ladro, però, non ha gradito il fatto che l'orologio fosse una copia e lo ha lanciato in faccia al malcapitato urlano "Riprenditelo, morto di fame".
L'uomo stava correndo nelle campagne intorno alla città. E' stato un ciclista che lo ha incrociato a notare al polso un orologio con l'inconfondibile aspetto di una delle marche più costose. Così è tornato indietro, ha aggredito il podista, lo ha strattonato, gli ha strappato l'orologio dal polso e si è dato alla fuga.

Donna perde la memoria dopo rapporto con il marito

Curiosissimo caso di amnesia temporanea dopo un rapporto sessuale molto intenso (ricordate l'uomo che invece perdeva la vista?). Il caso è talmente raro che è stato riportato sulla rivista specializzata americana Journal of emergency medicine.

Uomo diventa temporaneamente cieco dopo ogni rapporto sessuale

Un uomo si è dovuto rivolgere ai medici dell’ospedale di Copenhagen, a causa di un disturbo decisamente insolito: ogni volta che fa sesso, perde la vista per diversi minuti. Per i più maliziosi, specifichiamo che la cecità temporanea si verifica anche quando l’uomo fa sesso con una partner, e non solo facendo sesso da solo, pratica notoriamente accusata di fare diventare ciechi.

Sembrava una rissa ma erano effusioni amorose

A volte, quando si sentono sbraitare i vicini di casa, non è detto che stiano litigando di brutto. E' successo che a Mussomeli alcuni abitanti di un condominio hanno chiamato i carabinieri per avere udito forti gemiti che sembravano quelli di una rissa in famiglia.
Invece, si trattava di effusioni amorose, un pochino rumorose, da parte di due coniugi, i quali, molto imbarazzati all'arrivo dei carabinieri, hanno dichiarato che in futuro sarebbero stati più silenziosi.

Pagato per spalare neve a luglio a Palermo!

A luglio a Palermo c'è chi va in spiaggia a Mondello per cercare a mare il sollievo dalla calura estiva e chi, invece, è costretto a spalare la neve. Questa notizia incredibile viene direttamente dalla Sicilia, dove un dipendente della Provincia di Palermo, assegnato al servizio di Protezione civile, ha avuto il coraggio di chiedere (e soprattutto ha ottenuto!!) la corresponsione di 42 ore e mezzo di lavoro straordinario, oltre a 3 ore di lavoro notturno, per spalare la neve.

Scozzese sopravvive a ictus ma ora parla in italiano

E' nata in Scozia, non è mai stata in Italia, ma dopo un ictus (da cui fortunatamente è sopravvissuta) parla con accento italiano. Questa è la strana storia di una 48enne di Glasgow che dopo l'ischemia sofferta nel novembre 2010 scorso, da cui era sopravvissuta con un blocco completo della capacità di parlare per qualche settimana, ha iniziato a parlare prima con accento cinese e poi con quello italiano.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...