Pagato per spalare neve a luglio a Palermo!

A luglio a Palermo c'è chi va in spiaggia a Mondello per cercare a mare il sollievo dalla calura estiva e chi, invece, è costretto a spalare la neve. Questa notizia incredibile viene direttamente dalla Sicilia, dove un dipendente della Provincia di Palermo, assegnato al servizio di Protezione civile, ha avuto il coraggio di chiedere (e soprattutto ha ottenuto!!) la corresponsione di 42 ore e mezzo di lavoro straordinario, oltre a 3 ore di lavoro notturno, per spalare la neve.

La mansione, regolarmente inclusa dal 2001 tra quelle straordinarie, ha fatto sì, dunque, che il dipendente totalizzasse 200 ore di straordinario, 44 delle quali spese a spalare i candidi fiocchi di ghiaccio, già rari anche nei mesi più rigidi dell'inverno siciliano.
This is Italy!

1 commento:

  1. E la denuncia quando e da chi deve partire? E nessuno chiede la restituzione di quei soldi?
    ITALIANI:VERGOGNAMOCI!
    fosse anche assistenzialismo, c'è un limite a tutto!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...