Trova un preservativo nella salsa di pomodoro: risarcita

Accade in Brasile, dove la nota multinazionale del food & beverage (e non solo) è stata condannata a pagare una multa di quasi 4.000 euro dopo che una donna ha denunciato il ritrovamento di un preservativo usato all'interno di un barattolo di concentrato di pomodoro. La casalinga Cintia Mayerle aveva già consumato il pasto con la sua famiglia e stava mettendo il prodotto restante il un altro contenitore per conservarlo, quando ha visto l'oggetto di gomma. La donna ha così preso la scatola di concentrato e l'ha consegnata all'università locale per far svolgere delle analisi. La Unilever, società che produce marchi come Knorr, Bertolli, Algida e Flora, ha sostenuto davanti alla Corte Suprema del Brasile che non era possibile che la donna avesse trovato davvero un preservativo nel barattolo, perché i processi di produzione sono completamente automatizzati, ma il tribunale si è pronunciato a favore della signora Mayerle, che ha avuto anche un risarcimento per danni morali di circa 1.400 euro. Effettivamente il caso sembra molto dubbio, ma per una multinazionale del calibro di Unilever non dovrebbe essere un problema risarcire questa cifra.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...