Nuovi mestieri dalla Cina: la pugnettista

A leggerla e rileggerla viene da pensare che sia una bufala. E invece, a una più attenta verifica ci si accorge che è tutto vero. In Cina è nata da qualche tempo una professione nuova di zecca nel campo della salute: la pugnettista o segaiola (detta in modo più terra terra), in pratica nient'altro che una donna addetta alla masturbazione maschile. Per ridurre il tasso di disoccupazione e per incrementare l'adesione dei maschi alle banche del seme disseminate nel Paese asiatico, in pratica, nella Repubblica popolare si sta sviluppando il mestiere della pugnettista. Per diventare pugnettista non c'è bisogno di essere infermiere o di avere un titolo di studio. Occorre una buona dose di sangue freddo e una discreta manualità. Sì, perché il compito di queste ragazze è masturbare i donatori fino all'eiaculazione. Ovviamente, il tutto è molto igienico, perché le addette sono dotate di guanti e di ampollina in cui raccogliere lo sperma del gaudente donatore.
Buono lo stipendio, che ammonta a una somma pari ai nostri 12 mila euro annuali. In pratica mille euro al mese per fare pugnette. La nuova professione starebbe riscuotendo successo fra molte giovani sia nelle città che nelle province, appunto perché per essere assunte non è richiesta alcuna specializzazione o laurea.
La pugnetta per incrementare la donazione del seme e per combattere la disoccupazione: ecco la nuova frontiera del Paese comunista.

Fonte: http://www.resapubblica.it/it/cultura-societa/2959-l-ultima-invenzione-della-cina-la-pugnettista,-mestiere-per-ragazze-dalla-buona-manualit%C3%A0

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...